Organizzazione e pianificazione del primo soccorso

Home » Organizzazione e pianificazione del primo soccorso

Il primo soccorso aziendale non può essere pianificato in modo isolato ma richiede un approccio organizzato che coinvolge persone, attrezzature e forniture, servizi di supporto e le modalità per la rimozione delle vittime e non vittime dal luogo di un incidente. Organizzare un pronto soccorso dovrebbe essere uno sforzo di cooperazione, coinvolgendo i datori di lavoro, la medicina del lavoro e i servizi di sanità pubblica, l’ispettorato del lavoro, direttori di stabilimento e delle organizzazioni non governative. Coinvolgere i lavoratori stessi è essenziale.

Qualunque sia il grado di sofisticazione o l’assenza di strutture, la sequenza di azioni da intraprendere in caso di un evento imprevisto deve essere determinato in anticipo. Questo deve essere fatto tenendo conto dei rischi esistenti e potenziali professionali e non professionali o da altri eventi, così come i modi per ottenere assistenza immediata e adeguata. Le situazioni variano non solo con la dimensione dell’impresa, ma anche con la sua posizione (in una città o un’area rurale) e con lo sviluppo del sistema sanitario e della legislazione del lavoro a livello nazionale.

Per quanto riguarda l’organizzazione del primo soccorso, ci sono diverse variabili chiave da considerare:

  • Tipo di lavoro e il livello di rischio associato;
  • Potenziali rischi;
  • Dimensioni e la disposizione delle imprese;
  • Altre caratteristiche delle imprese (ad esempio, la configurazione)
  • Disponibilità di altri servizi sanitari.

Tipo di lavoro e il livello di rischio associato

I rischi di lesioni variano notevolmente da un’impresa e da una occupazione all’altra. Anche all’interno di una singola impresa, come un’azienda metalmeccanica, esistono rischi diversi a seconda che il lavoratore è impegnato nella manipolazione e taglio di lamiere (dove i tagli sono frequenti), saldatura (con rischio di ustioni e folgorazione), il gruppo di assemblazione parti, o di placcatura metallica (che ha il potenziale di avvelenamento e lesioni della pelle). I rischi associati con un tipo di lavoro variano a seconda di molti altri fattori, come la progettazione e l’età del macchinario utilizzato, la manutenzione delle apparecchiature, le misure di sicurezza applicate e il loro controllo regolare.